Menu Chiudi

Assicurazione Drone 2022: costo, migliori polizze online per RC e Kasko, quando è obbligatoria

L’assicurazione sul drone è spesso necessaria, sia per danni che potrebbe avere nelle fasi di volo e sia per i danni che potrebbe arrecare a terzi o a strutture nelle fasi di volo. Per quasi tutti i tipi di droni, c’è l’obbligo di sottoscrivere una polizza assicurativa, soprattutto se usati in campo professionale. Quindi, chiunque usi un drone per scopi professionali, deve sottoscrivere una polizza assicurativa, che comprenda la copertura per responsabilità civile verso terzi, che copra i danni che il drone potrebbe fare a terzi e che comprenda i danni al drone stesso.

La polizza assicurativa è particolarmente utile se si parla di droni, poiché con un uso assiduo del drone, si può spesso andare incontro a danni, sia a terzi che in sé stesso. Ci sono comunque delle regolamentazioni a cui sottostare nell’uso di droni, ovvero rispettare certi spazi, come quelli degli aeroporti, da cui bisogna essere lontani almeno 5 km, per poter garantire la sicurezza a cose e persone.

Le polizze assicurative sui droni coprono sia l’oggetto stesso, ovvero il drone, sia la responsabilità civile. La copertura assicurativa comprende la copertura a danni sull’utilizzo del drone, a patto che venga utilizzato secondo le normative vigenti.

La polizza assicurativa sui droni comprende i danni provocati dagli agenti atmosferici, danni dovuti ad incendi, danni dovuti da urti e cadute, danni dovuti ad esplosioni, danni dovuti a collisioni, danni dovuti ad investimenti del drone e danni dovuti da caduta del dispositivo e naufragio. La polizza assicurativa copre anche i danni a terzi, sia se il dispositivo provochi morti o lesioni personali a terzi, oppure se è coinvolto nella distruzione o nel danneggiamento di cose.

La polizza assicurativa da sottoscrivere comprende anche i danni sul dispositivo, sia per danni che possono essere provocati alla piantata motore e sia per cedimento strutturale. L’assicurazione può essere estesa, ovviamente con maggiorazioni di prezzo, ad altri tipi di anni: danni provocati da conflitti, danni provocati da scioperi o sommosse civili, danni provocati da azioni a scopo politico o terroristico, danni provocati da atti di sabotaggio o atti dolosi compiuti da terzi, danni provocati da confisca, sequestro, detenzione ed appropriazione da parte di autorità nazionali e locali, danni dovuti da dirottamento forzato o sequestro illegale.

Migliori Assicurazioni RC Drone 2022: quali sono e quanto costano

La polizza assicurativa RC sui droni è obbligatoria per i piloti professionisti e per chi utilizza il drone per scopi professionali, mentre è consigliata per chi usa il drone per hobby o sport.

Fino al 2014, non c’erano delle regolamentazioni precise per l’assicurazione dei droni, mentre, col nuovo regolamento Enac, che è stato emanato nell’aprile del 2014, ha introdotto anche i droni nel campo assicurativo italiano.

Per le regole Enac, il massimale minimo per la polizza assicurativa dei droni, è pari a 843.000 euro, per quanto riguarda i droni che hanno un peso inferiore ai 500 kg, il tutto è riferito al regolamento della Comunità Europea.

Bisogna tenere conto anche del fatto che, ogni drone che superi il peso di 25 kg, viene considerato un mezzo industriale e professionale e che, quindi, ha l’obbligo di presentare la certificazione. Inoltre, bisogna tenere conto dell’uso che si fa del drone e se usato in situazioni critiche o non critiche. Per quanto riguarda le situazioni critiche, si intende l’utilizzo del drone in contesti in cui è presente un gran numero di persone, come piazze, stadi, concerti e raduni; per quanto riguarda le situazioni non critiche, si intende quando non c’è il minimo rischio per le persone. Per ultimo, bisogna tenere conto anche del raggio operativo che ha il drone, che non può superare i 500 metri ed un’area che va dai 70 metri ai 150 metri di altezza.

Assicurazione per Droni Zurich 2022

La Zurich si occupa anche delle polizze assicurative per aeromobili, sia jet aziendali che per veicoli più piccoli come i droni. La Zurich offre una consulenza personale e specialistica per determinare la corretta assicurazione da sottoscrivere, per essere coperti ai rischi dell’aviazione, ma anche un’analisi della situazione che mostra come assicurare il proprio drone. Il processo di stipula della polizza di assicurazione RC Drone viene completamente seguito dagli esperti di aviazione della Zurich.

La polizza di assicurazione della Zurich comprende una copertura completa sia del drone che del pilota, ma anche nei confronti di terzi.

La polizza di assicurazione Zurich copre i danni a terzi per lesioni corporali e danni materiali fatti dal drone, comprendendo anche la responsabilità civile verso terzi. Con la polizza assicurativa Zurich comprende anche l’assicurazione Kasko, che assicura il drone contro i danni dovuti ad incendi, furto, piccoli animali ed eventi naturali, come forte vento, grandine e caduta di massi.

Assicurazione drone DronEzine 2022

Un’altra polizza assicurativa molto conveniente ed utile per chi ha a che fare coi droni è DronEzine, che offre diversi pacchetti che si adattano alle esigenze dei vari clienti. Innanzitutto, c’è la polizza assicurativa per gli Hobbysti, ovvero per chi fa uso di droni attività ricreative o sportive, quindi non professionali. La polizza si occupa di coprire le responsabilità civile del drone amatoriale, se viene usato per scopi ricreativi, l’efficacia della polizza assicurativa non coprirà eventuali danni provocati dal drone o fatti sul drone, se il dispositivo verrà usato per scopi professionali.

La polizza assicurativa avrà la durata di un anno ed inizierà ad essere effettiva dopo la mezzanotte del giorno in cui il cliente ha ricevuto la mail di conferma dall’agenzia assicurativa. Il prezzo della polizza assicurativa può variare: se si è soci DronEzine, il prezzo della polizza assicurativa sarà di 29,90 euro. Se, invece, non si è soci DronEzine, il cliente potrà scegliere la formula che più lo aggrada: la polizza assicurativa potrà avere un costo di 34,90 euro e si avrà la copertura dell’assicurazione collettiva CABI Broker, in più il cliente sarà socio dell’associazione ed avrà un abbonamento digitale a Dronezine, senza avere il libro.

L’altra soluzione è una polizza assicurativa, che ha un costo di 64,90 euro ed è compresa l’adesione alla polizza di assicurazione collettiva CABI Broker, il cliente, poi, diventerà socio dell’associazione ed avrà un abbonamento a Dronezine, con sei numeri della rivista in cartaceo ed un libro in omaggio.

Questo tipo di polizza assicurativa copre i danni per droni ed aeromodelli usati esclusivamente per uso ricreativo e sportivo, che possono essere anche autocostruiti o assemblati da sé. Questa polizza assicurativa ha un massimale di 2.500.000 euro ed una franchigia di 150 euro. La polizza copre i danni inerenti alla responsabilità civile, quindi i danni che possono essere fatti a terzi durante l’uso del drone per scopo ricreativo e sportivo (non professionale). La polizza è valida in tutta Europa, ma, per poterla stipulare, bisogna essere residenti in Italia. La polizza assicurativa copre i danni che possono essere provocati dal drone, anche nel caso siano in funzione di “volo automatico”, ovvero quando il drone viene lasciato guidare dalla scheda di bordo, ma non copre i danni provocati dal drone nel caso di “volo autonomo”, ovvero quando c’è la completa assenza del pilota.

In caso di sinistro, basta mandare una mail all’indirizzo associazione@dronezine.it oppure contattare il numero dell’ufficio sinistri della CABI Broker: 049 8700 638.

DronEnzine: assicurazioni per droni trecentini 2022

La DronEnzine si occupa anche delle polizze assicurative sui trecentini, ovvero droni che hanno un peso inferiore ai 300 grammi. Questo tipo di droni non ha bisogno di un patentino, ma l’assicurazione è assolutamente obbligatoria.

Per quanto riguarda questo modello di drone, ci sono tre tipi di polizza assicurativa:

  • La polizza assicurativa Trecentino Eco, che comprende una copertura per la responsabilità civile ed ha un premio assicurativo piuttosto basso, che si aggira intorno ai 100 euro all’anno. Questo tipo di polizza ha una franchigia di 500 euro, quindi vuol dire che la polizza copre i danni fino ad un costo di un milione di euro, ma i primi 500 euro di danni devono essere coperti dal pilota che ha provocato il danno. Questo tipo di polizza ha la durata di un anno ed è valida per tutto il territorio italiano.
  • La polizza assicurativa Trecentino Pro è una polizza più articolata che non comprende la franchigia. La polizza assicurativa ha un costo di 200 euro all’anno. La polizza ha un massimale di 3 milioni di euro ed è valida su tutto il territorio europeo.
  • Infine, abbiamo la polizza assicurativa Trecentino Gold, che ha un massimale di 3 milioni di euro e nessun costo di franchigia. Il premio lordo annuo è di 200 euro e la polizza è valida in tutti i Paesi EASA. Questa polizza assicurativa comprende anche i danni conseguenti a campi elettrici ed elettromagnetici.

Assicurazione DronEnzine per droni SAPR 2022

Per quanto riguarda, invece, i droni SAPR, ovvero quelli che vengono impiegati per usi professionali, come mappature, ispezioni, monitoraggi e sorveglianza, ci sono altri tipi di polizze assicurative.

In questo caso, abbiamo due tipi di polizza assicurativa:

  • Polizza assicurativa drone Gold per SAPR: la polizza ha un massimale di 2 milioni di euro, che si estende a 3 milioni di euro se si è partner. Si ha una franchigia di 150 euro, mentre se si è soci, non c’è alcuna franchigia. La polizza non ha nessun limite nelle operazioni specializzate e comprende eventuali danni che possono esserci durante un volo notturno. La validità della polizza ha una durata di 12 mesi ed è valida in tutti i Paesi EASA, ovvero i Paesi dell’Unione Europa, ma anche Islanda, Liechtenstein, Svizzera e Norvegia; è possibile estendere la polizza assicurativa ad un’area che comprende tutto il globo, con l’aggiunta di 100 euro. Il prezzo varia a seconda del modello e del peso del drone: per i SAPR inoffensivi ed i trecentini di 300 kg, il prezzo sarà di 200 euro all’anno, con nessuna franchigia; per i SAPR non inoffensivi e con un peso minore di 4 kg, il prezzo sarà di 265 euro all’anno e nessuna franchigia; per i droni SAPR con un peso compreso tra i 4 kg ed i 10 kg, il prezzo sarà di 308 euro, con nessuna franchigia; per i droni SAPR con un peso compreso tra i 10 kg ed i 15 kg il prezzo sarà di 358 euro all’anno, con nessuna franchigia; per i droni con un peso tra i 15 kg ed i 20 kg, il prezzo sarà di 408 euro, sempre senza alcuna franchigia; per i SAPR con un peso compreso tra i 20 kg ed i 25 kg, il prezzo sarà di 458 euro all’anno, senza alcuna franchigia da pagare.
  • Polizza drone Eco per SAPR, che ha un massimale di un milione di euro ed è estesa a tutto il territorio italiano. Anche in questo caso, il prezzo varia a seconda del modello di drone e del suo peso. Nel caso il drone sia un Ryze Tello, il prezzo sarà di 50 euro all’anno, con una franchigia di 500 euro; se si parla di droni SAPR inoffensivi, con un peso inferiore ai 0,3 kg, il prezzo sarà di 100 euro all’anno, con una franchigia di 500 euro; per un drone SAPR con un peso compreso tra gli 0,3 kg ed i 4kg, il prezzo sarà di 150 euro all’anno, con una franchigia di 250 euro; se parliamo di droni SAPR, con un peso tra i 4 kg ed i 10 kg, il prezzo sarà di 200 euro all’anno, con una franchigia di 250 euro; se è un drone SAPR, con un peso compreso tra i 10 kg ed i 20 kg, il costo della polizza assicurativa sarà di 300 euro all’anno, con una franchigia di 250 euro; se parliamo, invece, di un drone SAPR, con un peso compreso tra i 10 kg ed i 20 kg, il prezzo sarà di 400 euro, con una franchigia di 250 euro.

Assicurazione KASKO per drone DronEnzine 2022

La DronEnzine offre anche la polizza KASKO sui propri droni, ovvero una polizza assicurativa che copre i danni causati a terzi, ma anche quelli autoindotti dal proprio drone, in questo caso, durante il volo.

Questo tipo di polizza può essere sottoscritta solo per i SAPR e non per i droni che vengono usati per scopi ricreativi, come sport e divertimento o per gli aeromodelli.

La polizza è valida su tutto il suolo europeo e le fasce di valore possono variare:
se parliamo di una fascia tra i mille euro ed i cinquemila euro, il premio lordo annuo sarà di 250 euro; se è una fascia che varia dai 5000,01 euro ai 10’000 euro, il premio lordo sarà di 500 euro; se la fascia varia dai 10’000,01 euro ai 15’000 euro, il premio lordo annuo sarà di 750 euro; se la fascia varia da 15’000,01 euro a 20’000 euro, il premio lordo annuo sarà di 1000 euro; se la fascia varia dai 20’000,01 euro a 50’000 euro, il tasso lordo sarà dell’8% ed il premio assicurativo sarà subordinato alla conferma dell’assicuratore e comunicato successivamente.

Quando è obbligatoria l’assicurazione sul drone?

Dopo aver parlato delle varie polizze assicurative sui droni, bisogna sapere quando è obbligatorio stipularla o quando, invece, è consigliabile, ma non obbligatoria.

Solo da alcuni anni, sono state emanate delle normative che prevedono l’obbligo di assicurazione per alcuni tipi di droni. Le norme vigenti prevedono l’obbligo di stipula di una polizza assicurativa per chi usa i droni per scopi professionali,come questioni di sicurezza, questioni di mappatura o questioni di vigilanza. Per questi usi, è obbligatorio stipulare una polizza assicurativa che comprenda un’assicurazione per responsabilità civile verso terzi, ovvero una polizza che copra i danni che un drone potrebbe fare se un soggetto viene danneggiato, sia persona che oggetto inanimato, come un’automobile o un edificio.

Le polizze assicurative stipulate, in questo caso, prevedono un massimale, ovvero un valore massimo di danni, che la compagnia risarcisce in caso di sinistro, nei confronti dell’assicurato. L’obbligo di polizza assicurativa nei confronti di droni usati per scopi professionali, è entrato in vigore nell’aprile del 2014, da parte dell’ENAC (Ente Nazionale per l’Aviazione Civile), che ha rivisto la regolamentazione dei droni.

Multe per droni non assicurati

Chi non sottoscrive una polizza assicurativa per un drone usato per scopi professionali, può incorrere in una multa che può andare dai 50 mila euro ai 100 mila euro e, ovviamente, anche alla sospensione delle autorizzazioni che vengono rilasciate dall’ENAC, che possono essere totali o parziali, a seconda anche del danno fatto.

Per chi, invece, usa i droni per scopo ricreativo, ovvero per divertimento o per sport, la polizza assicurativa non è obbligatoria, ma è consigliata, poiché un danno a cose o persone potrebbe provocare l’arresto fino a tre mesi o il pagamento di una multa di 206 euro.

1 Comment

  1. Loris

    non so quando è stato scritto questo articolo ma da luglio 2020 è entrato in vigore il nuovo regolamento enac che non fa piu distinzione su uso professionale o obbistico e pertanto l’assicurazione è obbligatoria per tutti con obbligo di registrazione sul portale Dflight eccetto gli apr con massa al decollo inferiore a 250gr.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.