Menu Chiudi

Assicurazione volontari 2022: polizze obbligatorie e non per la Protezione Civile, terzo settore, psicologi, APS e medici

Vi riportiamo tutte le informazioni aggiornate al 2022 relative alle assicurazioni obbligatorie e non per i volontari: ci riferiamo alla Protezione Civile, quelle pensate per il terzo settore, le assicurazioni per psicologi, APS ed infine per i medici.

Assicurazione volontari Protezione Civile 2022: le polizze obbligatorie e non

La Protezione Civile è una struttura governativa che da sempre è impegnata nella protezione dei cittadini e alla loro salvaguardia in caso di pericolo.

Come per tutte le categorie di volontari, anche questa può trovarsi in situazioni di rischio o può subire incidenti di diversa entità, motivo per il quale anche per gli appartenenti è prevista un’adeguata polizza assicurativa.

In relazione a questa tematica, è importante ricordare una convenzione stipulata tra la presidenza del consiglio dei ministri ed il Dipartimento della PC, per fornire a quest’ultimi garanzie per infortuni, spese di cura ed assistenza.

Questa importante assicurazione è riservata a tutti i volontari della protezione civile, inclusi i gruppi comunali, i quali sono iscritti nell’elenco nazionale, tutti i componenti della Croce rossa e del corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico.

L’assicurazione vale per la tutela di tutti gli infortuni dovuti a causa fortuita, violenta ed esterna, i quali producono lesioni di natura fisica e constatabile; inoltre questa ha valenza quando i soggetti stanno esplentando le loro funzioni di previsione, prevenzione o soccorso ma anche per i possibili rischi in itinere, ovvero durante la circolazione dei veicoli in strada.

L’assicurazione per i volontari della protezione civile non opera in casi di eventi direttamente connessi allo stato di guerra dichiarata o non, durante la guida di mezzi aerei o subacquei, durante la pratica di paracadutismo, in conseguenza ad azioni di dolo o delittuose dell’assicurato; non c’è copertura quando il soggetto si trova in stato alterato a seguito di assunzione di sostanze stupefacenti, psicofarmaci oppure allucinogeni i quali sono stati assunti in modo volontario infine le tutele non hanno effetto in casi di ubriachezza.

Stando sempre a quanto esplicato all’interno della convenzione, le somme assicurate per i volontari corrispondono a 350.000€ in caso di morte, 300.000€ in caso di invalidità permanente, 150.000€ quando si tratta di casi di malattia, 15.000€ per il rimborso di tutte le spese mediche causate da infortunio, 50€ giornalieri per il ricovero e inabilità temporanea, infine sono contemplati 50.000€ per persona annualmente, in caso di rimborso per spese mediche all’estero.

Oltre a questa forma di tutela obbligatoria, ogni volontario può fare riferimento anche su polizze aggiuntive stipulate con diverse compagnie assicurative, per garantirsi una protezione a 360 gradi.

Tra le soluzioni attualmente presenti nel panorama assicurativo, emerge per importanza quella proposta da Aleardo Paoloni Assicurazioni.

La polizza studiata per volontari della protezione civile, Onlus e organizzazioni di volontariato ha lo scopo di proteggere coloro che sono impegnati a prestare alla società attività di assistenza, mettendo in risalto valori importanti come la lealtà, l’altruismo, umanità e la generosità.

La soluzione in questione è riservata a tutti i soggetti riconosciuti dalla Legge 266/91, i quali possono essere coinvolti in imprevisti e rischi, nell’esercizio delle loro attività.

In particolare la copertura interessa infortuni come morte, invalidità permanente e ricovero o gessatura, i quali possono essere estesi a situazioni di morte presunta, ernie traumatiche da sforzo, danni estetici e cure dentarie.

Per quanto riguarda la malattia è contemplata l’invalidità permanente ed il ricovero; infine la polizza ideata da questa compagnia assicurativa, tutela anche la responsabilità civile.

E’possibile personalizzare il proprio piano mediante i consigli degli esperti dell’agenzia Aleardo Paoloni e per avere una maggiore chiarezza per quanto riguarda i servizi offerti basta contattare l’assicurazione per via telematica, accedendo direttamente al sito internet www.agenziapaoloni.it

Assicurazione per volontari del terzo settore 2022

Con l’espressione terzo settore si fa riferimento a tutti gli enti che non sono pubblici e commerciali e che lambiscono realtà sociali, economiche e culturali.

In particolare anche per questa categoria di persone è fondamentale una copertura assicurativa per proteggere tutte le attività operanti per il bene della comunità.

UnipolSai è uno dei maggiori istituti assicurativi che da anni studia e propone soluzioni sempre attente alle esigenze dei propri clienti, ed anche per il terzo settore ha messo in campo delle garanzie attente e su misura.

La polizza assicurativa in questione nasce con l’intento di proteggere tutti i valori ed i progetti di coloro che hanno scelto di impegnarsi in attività di rilevanza sociale, come il volontariato.

UnipolSai Terzo Settore è una garanzia di tipologia multirischio, che protegge le associazioni contro i rischi rivolti a terzi oppure infortuni inerenti a tutte quante le attività svolte.

La copertura permette di assicurare da danni involontariamente cagionati per morte oppure per lesioni fisiche e per danneggiamenti a cose inerenti sempre allo svolgimento delle attività dichiarate, da tutti gli infortuni subiti sempre durante le azioni, morte, invalidità permanente, il quale indennizzo è calcolato sulla base della percentuale di lesione riportata, da tutela legale ed anche dalla malattia.

Questa tipologia di assicurazione è rivolta alle persone giuridiche che svolgono delle attività senza scopo di lucro, prevalentemente di volontariato e promozione sociale; inoltre questi sono soggetti che necessitano di una protezione più attenta e strutturata,sia sotto il profilo della persona ma anche sotto quellodel patrimonio, contro tutti i rischi perpetrati nell’esercizio dell’attività.

L’elemento innovativo proposto dall’agenzia, è dato dalla possibilità di aggiungere delle garanzie accessorie per avere una copertura completa ed efficace in caso di problematiche, personalizzando così il piano con soluzioni specifiche sulle proprie esigenze.

Altra soluzione assicurativa davvero interessante per tutti i volontari appartenenti al terzo settore, è quella messa in campo da Cattolica Assicurazioni mediante la polizza chiamata Cattolica e Solidarietà Terzo Settore.

Il prodotto assicurativo nasce dalla volontà di tutelare tutte le persone appartenenti ad enti che operano per la promozione di attività a favore della società, nella fattispecie volontari, anche occasionali, associati, amministratori e personale retribuito per la tutela del patrimonio e la cura della salute della persona.

La proposta di Cattolica Assicurazioni si divide in una polizza studiata ad hoc per gli enti ed un’altra che invece si adatta ai volontari, ovvero a tutti coloro che mettono il loro tempo, le loro energie al servizio degli altri a diverso titolo.

Il pacchetto ha l’intento di proteggere e tutelare anzitutto la salute dell’assicurato da infortuni o malattie, mediante la corrispondenza di un capitale per gli eredi in caso di morte oppure un indennizzo in caso di lesione grave.

Le garanzie previste sono diverse, infatti le condizioni contrattuali prevedono invalidità permanente per infortunio, rimborso spese di cura per infortunio e diaria da immobilizzo e ricovero per malattia.

Inoltre Cattolica risarcisce nei casi in cui i volontari siano chiamati a rispondere per danni di natura fisica o materiale a terzi, provocati durante lo svolgimento dell’attività.

Per quanto riguarda i servizi di assistenza, la polizza basic contempla la consulenza medica telefonica, l’invio di autoambulanza, invio di medicinali dall’estero, assistenza infermieristica post ricovero, consegna di farmaci presso l’abitazione e informazioni sanitarie e farmaceutiche.

Ogni assicurato può fare riferimento sulla centrale operativa che è disponibile 365 giorni l’anno e 24 ore su 24, dunque in caso di problemi o criticità è offerta sempre tutta l’assistenza.

Entrando nel merito dei costi, la stipula di un’assicurazione varia a seconda di numerosi parametri e casistiche, anche se l’influenza maggiore è data dalle decisioni interne delle varie agenzie.

In media i costi non sono molto elevati, in quanto le attività di volontariato e nella fattispecie quelle di Protezione civile, ricoprono un ruolo di fondamentale importanza nella società; generalmente il range oscilla tra i 150€ e 250€.

Assicurazione psicologi volontari 2022

La normativa italiana, stando al D.P.R. 137/2012 del 7 agosto del 2012, ha deciso di introdurre per tutti gli psicologi che sono regolarmente iscritti all’albo dei dottori in scienze psicologiche, l’obbligo di stipulare un’assicurazione che sia in grado di fornire una garanzia di responsabilità civile e professionale.

In particolare è prevista anche per i volontari di questo settore, ovvero per tutte quelle figure socio sanitarie e socio- assistenziali che hanno interesse e passione ad operare in situazioni di micro e maxi emergenza.

Il lavoro in emergenza non è mai esente da rischi, per questo negli ultimi anni sono stati studiati sistemi per la sicurezza mediante anche polizze assicurative complete, in grado di proteggere i soggetti in caso di pericolo.

Le tutele offerte sono fondamentali nei casi in cui è previsto un risarcimento danni dovuti ad errore, negligenza oppure omissione professionale di natura involontaria; inoltre la copertura per gli psicologi offre un sostegno anche per quanto riguarda le spese legali ed i costi della difesa per un ammontare che non superi il 25% del massimale selezionato.

L’assicurazione Convieneonline.it assicura questa categoria sotto il profilo della responsabilità civile da tutte le richieste di risarcimento per danni causati a terzi.

Entrando nello specifico, in tutte le coperture previste sono inclusi i sinistri verificati in attività relative alla psicoterapia, conduzione e proprietà dei locali, attività di riabilitazione e sostegno in ambiti di organismi della società ed altre attività affini.

ConvieneOnline.it mette a disposizione dei suoi clienti anche delle soluzioni comprendenti tutti i rischi, dunque una pluralità di garanzie tranne quelle espressamente escluse nella polizza.

I vantaggi offerti da questa assicurazione sono differenti: prima di tutto essendo un’agenzia online offre dei servizi a prezzi nettamente più convenienti rispetto alle altre, successivamente è sicura poiché mette a disposizioni garanzie complete e flessibili.

Assicurazione APS e medici volontari 2022

Il lavoro del medico rappresenta una missione per tutti quelli che decidono di intraprenderlo e nella fattispecie per coloro che scelgono di prestare le loro conoscenze e le loro abilità in attività di volontariato.

Ovviamente anche questa categoria necessita importanti garanzie durante lo svolgimento delle attività, ragione per la quale è bene analizzare le migliori assicurazioni presenti attualmente sul mercato.

E’ importante ricordare che il volontariato ha dei profili di responsabilità da non sottovalutare, ragione per la quale la legge 266 del 1991 ha scelto di obbligare tutte le associazioni di stampo volontario e le persone fisiche ad adottaresia un’assicurazione per gli infortuni e le malattie dei volontari ma anche un’assicurazione per i danni a terzi.

In quest’ottica anche i medici volontari, prima di esercitare la loro funzione devono adottare delle misure preventive al fine di tutelare sé stessi e la propria professione.

Tra le differenti proposte, una da tenere in considerazione è l’RC proposta da Generali, relativa appositamente alle professioni sanitarie.

La soluzione in questione è dedicata ai medici, ai paramedici ed agli infermieri, che intendono prestare le loro competenze con serenità a servizio della società.

Oltre a tutelare il proprio patrimonio da richieste di risarcimento, questa copertura assicurativa protegge sotto il profilo della responsabilità civile, in quanto fornisce una garanzia riguardante danni materiali cagionati a terzi, rischi connessi alle prestazioni rese per lo svolgimento di attività professionali e soprattutto per conto di associazioni di volontariato, risarcimenti per quanto riguarda perdite patrimoniali ed anche tutele in conseguenza ad altre violazioni.

A completezza del piano assicurativo, Generali offre anche garanzie sotto il profilo delle spese legali e peritali.

L’offerta di Generali è l’ideale per tutti i medici volontari che sono alla ricerca di una copertura efficace e sicura in grado di fornire tutela nell’esercizio dell’attività.

Al fine di avere un preventivo basato sulle proprie esigenze è sufficiente mandare una richiesta direttamente online al sito ufficiale dell’agenzia, indicando i propri dati personali e le richieste.

Altra soluzione per i medici volontari che sono alla ricerca di una copertura assicurativa, è presentata dal Club Medici, che da anni si pone l’obiettivo di salvaguardare il fondamentale lavoro del medico mettendo a disposizione polizze Rc studiate ad hoc con tariffe agevolate e competitive.

I massimali messi in campo sono diversificati e rispondono a diverse esigenze, dunque è una soluzione che si adatta per tutte le specializzazioni, dalle meno invasive a quelle chirurgiche.

Le polizze proposte da Club Medici rappresentano un’ottima soluzione per assicurare tutti coloro che intendono prestare le proprie competenze e capacità a servizio del bene comune, pur essendo sempre tutelati per quanto riguarda la responsabilità nei confronti del paziente.

Quando si parla invece di APS, si fa riferimento ad associazioni volte alla promozione sociale, che svolgono attività di interesse generale e si differenziano dalle organizzazioni di volontariato per via dei destinatari.

Essendo una particolare categoria del terzo settore anche coloro che ne fanno parte devono sottostare agli obblighi previsti dalla legge, tra i quali l’adozione di una copertura assicurativa.

Scegliere una buona copertura assicurativa non è mai facile, ma per trovare un compromesso è fondamentale tenere a mente due elementi: anzitutto la tutela contro gli infortuni e le malattie connesse allo svolgimento dell’attività di volontariato e successivamente un’assicurazione per la responsabilità civile verso i terzi.

Le associazioni di APS normalmente svolgono azioni che comportano l’elevata probabilità di poter causare danni alla propria persona oppure a terzi, ragione per cui è importante concordare con il proprio agente assicuratore di fiducia massimali elevati per ciascun sinistro e per ciascun volontario, in quanto non solo sono più favorevoli ma rappresentano anche le soluzioni più diffuse.

E’ altresì importante verificare che il massimale in questione non faccia riferimento ad un periodo assicurativo, ma al singolo evento.

Una polizza davvero interessante studiata appositamente per le associazioni è proposta da Assiteca, in collaborazione con Nobis.

Questo piano assicurativo nasce con l’intento di fornire assistenza e garanzia a tutti gli iscritti ad APS ed altre associazioni di volontariato, mediante tutele connesse allo svolgimento di attività e responsabilità civile verso i terzi.

In particolare la società riconosce ai suoi clienti, tutti gli infortuni che hanno causato delle lesioni corporali constatabili dalle quali derivano morte, invalidità permanente e cure mediche; ma anche tutte le problematiche causate da annegamento, assideramento, folgorazione, colpi di sole, fuga di gas e di vapori e molti altri.

Per quanto riguarda la questione dell’indennizzo in caso di invalidità permanente, l’ammontare di denaro deve essere calcolato sulla base di alcuni criteri ed al grado di invalidità riportata.

Inoltre la polizza analizzata prevede anche una tutela per quanto riguarda la responsabilità civile a terzi, comprendendo anche tutti i danni alle cose in consegna o sotto la custodia dell’associazione ed è prevista una franchigia assoluta di 258€ per ogni danno e un massimo di 10329€ per sinistro annuale, da intendersi per ogni appartenente all’associazione.

All’interno del contratto assicurativo non sono considerati terzi i coniugi, i genitori ed i figli degli assicurati e tutti gli altri parenti ed infatti la qualifica di terzo viene riconosciuta alle organizzazioni a cui gli operatori appartengono.

L’assicurazione Nobis ha deciso di proporre anche delle estensioni di garanzia per la responsabilità civile, per situazioni verificate in occasione di operazioni riguardanti la manutenzione, la riparazione e la pulizia di quanto necessario all’attività dichiarata e tutti i fatti accidentali causati durante la proprietà, la conduzione e la custodia di beni immobili e mobili necessari agli scopi ed ai fini dell’associazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.