Menu Chiudi

Assicurazioni Coronavirus 2022: novità polizze malattia e coperture delle aziende per i dipendenti

Durante l’emergenza per il Coronavirus, le compagnie di assicurazioni e gli istituti di credito, restando sempre “sul pezzo”, hanno dovuto creare delle apposite soluzioni per poter garantire, al fianco dell’erogazione dei servizi soliti, anche quella di alcuni che si sono manifestati nuovi nel corso di questa emergenza. Sono, infatti, state in grado di creare nuove polizze per permettere ai consumatori di poter stipulare assicurazioni e polizze sulla malattia e nuove proposte da inviare alle aziende per poter coprire adeguatamente il lavoro dei propri dipendenti. Scopriamo, adesso, tutte le novità delle assicurazioni ai tempi del Coronavirus escogitate in questo lockdown nel corso del 2022.

Generali Italia e Coronavirus 2022: assicurazioni sulla malattia per dipendenti

 Molte compagnie assicurative hanno pensato che fosse il caso di allinearsi a ciò che è la situazione nazionale a causa dell’emergenza coronavirus, flagello del 2022, e di creare delle vere e proprie nuove polizze assicurativa sulla malattia o, in caso contrario, di modificare quelle già presenti fra le loro offerte.

La prima compagnia che prenderemo in considerazione è Generali Italia che, con una sezione apposita, presenta le sue proposte, nuove o rivisitate che siano. “La tutela della salute e della sicurezza dei clienti rappresentano il nostro impegno quotidiano. Oggi il quotidiano si chiama Coronavirus” così si esordisce prima di passare ad analizzare le varie opportunità come sospensioni, dilazioni e proroghe senza venir meno alle garanzie che restano presenti e assicurate per quanto riguarda i clienti che potranno studiare tutti i servizi rimasti attivi nella propria zona di residenza, scegliendo, secondo la prima analisi di fine febbraio, il proprio territorio fra zona rossa, nei primi dieci comuni colpiti in Lombardia  e Vò Euganeo (Casalpusterlengo, Codogno, Castiglione d’Adda, Maleo, Fombio, Somaglia, Bertonico, Castelgerundo, Terranova dei Passerini, San Fiorano, Vo Euganeo); zona arancione comprensiva dell’intera regione Lombardia e delle 14 regioni del centro nord più colpite (Piacenza, Parma , Reggio Emilia, Modena, Rimini, Pesaro-Urbino, Padova, Venezia, Treviso, Alessandria, Asti, Novara, Verbania-Cusio-Ossola, Vercelli) e, infine, tutto il resto di Italia e San Marino.

Anche per tutti i consumatori che sono interessati ad affidarsi alla compagnia, Generali mette a disposizioni nuovi servizi per assicurare il massimo dell’assistenza grazie ad una fitta di rete di servizi attivi a distanza, sia con supporto telefonico che con quelli online tramite l’applicazione My Generali.

Generali Italia, infatti, ci tiene a dimostrare la sua vicinanza nei confronti dei clienti restando “al tuo fianco nel contesto del nuovo Coronavirus Covid- 19” che essi siano privati, professionisti o imprese.

Tralasciando i provvedimenti presi per quanto riguarda le varie soluzioni offerte dalla compagnia che vedremo fra poco, occorre necessariamente far presente che Generali Italia si sta già muovendo per tutelare i propri clienti nel caso in cui contraessero o fossero esposti direttamente al Coronavirus, sia dal punto di vista strettamente legato alla polizza stessa che in quello di controllo: Generali Italia, infatti, in questo tragico inizio 2022, mette a disposizione dei propri clienti di diverse polizze, come Immagina Benessere, Immagina Futuro e Generali Sei in Salute Alta Protezione, la possibilità di consultare, tramite servizio telefonico o, in videochiamata, tramite l’ app My Generali anche nei festivi, un medico se si sospetta di aver contratto il virus.

Immagina Benessere o Generali Sei in Salute Alta Protezione grazie alla garanzia Diaria da Ricovero e Convalescenza è riconosciuta una indennità per ogni giorno di ricovero ospedaliero e per i giorni di recupero successivi. In caso di terapia intensiva a causa del Coronavirus, inoltre, la diaria è raddoppiata.

Per tutti coloro che abbiano stipulato una polizza Immagine Benessere a partire dal 2 marzo fino al 3 giugno, anche in caso di sottoscrizioni o rinnovi, invece, è prevista gratuitamente una estensione sulla garanzia: al poste dell’indennizzo forfettario, infatti, nel caso in cui si fosse ricoverati in terapia intensiva a causa del Covid 19, sarà erogato all’assicurato un nuovo indennizzo pari al 10 % del capitale assicurato. A questa soluzione, si aggiunge la possibilità di garanzie per l’invalidità permanente e rendita vitalizia da malattia nel caso in cui le conseguenze dovute al covi 19 dovessero provocare una invalidità permanente grave.

Con la garanzia “Spese mediche”, stavolta valido unicamente per la soluzione assicurativa Generali Sei in Salute Alta Protezione, in caso di ricovero ospedaliero ll’assicurato vengono rimborsate tutte le spese sostenute.

Altre soluzioni, invece, in particolare la Lungavita TCM e Generali Smart Life, hanno valutato e considerano tuttora una copertura in caso di morte prematura dell’assicurato: in caso di premorienza, infatti, queste due proposte assicurative sulla vita prevedono “un capitale per portare avanti in continuità i progetti di vita anche nelle eventualità più imprevedibili secondo i propri desideri” garantendo la tutela economica in continuità del nucleo familiare che ha subito tale perdita.

Occorre ricordare, però, che negli ultimi due casi presi in esami, per le polizze di Lungavita TCM e Generali Smart Life, malattie infettive e polmonite sono prese in considerazione e coperte da assicurazione dal primo giorno di validità della polizza stipulata.

Ulteriori sono le possibilità per salvaguardare la propria attività attraverso numerosi accorgimenti da considerare con le proprie polizze.

Se come soluzione welfare per assicurare i dipendenti che lavorano nella propria azienda è stata scelta la soluzione Genera Salute, i dipendenti della stessa azienda potranno godere di rimborso spese in caso di ricovero. Per le aziende che, invece, hanno polizze assicurative in corso sottoscritte entro il 23 marzo, non soltanto verrà presa in considerazione la garanzia di diaria per interruzione di esercizio, ma verrà aggiunta temporaneamente una nuova tutela gratuita che prevede l’estensione di tale copertura anche nel caso in cui vi si trovasse di fronte ad una totale chiusura degli esercizi commerciali come misura preventiva per l’emergenza Covid 19 sotto disposizione delle Autorità.

Nobis Assicurazioni e Coronavirus 2022: la nuova polizza malattia per la tutela degli individui più a rischio

Medici, infermieri, l’intero personale sanitario, biologi, ma anche tutto il personale amministrativo delle aziende sanitarie, Forze dell’Ordine, personale della Protezione Civile, personale delle Associazioni di volontariato e tutti i cittadini fino a 60 anni di età: molte le persone a rischio nel corso di questa epidemia da coronavirus che il 2022 ha portato con sé. Per questa ragione sono state modificate le polizze assicurative già in uso o ne sono state create di nuove da zero per garantire la massima tutela per tutti anche in un periodo così delicato. La compagnia assicurativa Nobis Assicurazioni ha aggiunto alle sue proposte, Valeas, Valeas Daily, Valeas Infortuni Più e Nobis Salus, anche la Valeas Daily Coronavirus. Un concreto aiuto durante l’emergenza Covid- 19 per garantire la giusta copertura necessaria contro il pericolo globale durante questo periodo di pandemia.

Questa polizza assicurativa stipulata da Nobis Assicurazioni si articola tramite due diverse linee guida a seconda che venga richiesta e contratta da individui o nuclei familiari oppure da aziende intenzionati a salvaguardare la salute di collaboratori, dipendenti e familiari: nel primo caso occorrerà fare riferimento alla Valeas Daily Coronavirus Family, nel secondo alla Valeas Daily Coronavirus Company.

In entrambi i casi la durata contrattuale avrà la scadenza fissa prevista per il 31 dicembre del 2022 o 2022 in base alla formula scelta e il premio verrà erogato con un premio non frazionato, ma unico anticipato.

In entrambe le offerte proposte, le garanzie assicurate sono una diaria da ricovero dal valore di un minimo di 100 euro e un massimo di 100 euro, una somma da indennità di convalescenza pari a 3000 euro e, infine, una formula che possa garantire l’assistenza dell’individuo che ha contratto il virus una volta terminato il periodo di ricovero ospedaliero.

I servizi assicurati dalla polizza Valeas Daily Coronavirus, sia Family che Company, sono davvero molteplici.

Viene, ad esempio, garantito, almeno per quanto riguarda il territorio compreso nei confini del nostro Paese, l’invio di un medico generico in caso di urgenza, il trasporto in ambulanza in caso di eventuale bisogno, il trasferimento dall’istituto di cura e tutte le pratiche di spostamento per rientrare nel proprio domicilio, ma anche la possibilità di ricevere un consulto medico 24 ore su 24 così come pure la possibilità di riceverne uno psicologico in una condizione di così grave restrizione e differenza rispetto alle abitudini quotidiane a cui eravamo abituati prima del lockdown. Vi è la possibilità di ricevere anche una seconda opinione da altri specialisti se non si è soddisfatti della prima  volta, di ottenere ulteriori informazioni tramite i numeri di emergenza preposti e, nel caso in cui fossero necessari spostamenti, l’invio di taxi autorizzati.

Sarà possibile, inoltre, ricevere assistenza ovunque e in qualsiasi momento grande alla centrale operativa attiva 24 ore su 24  grazie all’avvio della propria app Con Nobis, alla quale si potrà accedere dopo essere diventati clienti della compagnia assicurativa Nobis Assicurazione per avere un contatto ancor più esclusivo con specialisti e consulenti.

Per quanto riguarda la proposta di Valeas Daily Coronavirus Company, quindi quella riservata alle imprese e alle aziende, occorrerà poi fare una ulteriore distinzione, scindendo due diverse alternative fra le quali il contraente richiedente assicurazione dovrà scegliere. La prima è la cosiddetta “formula plus” che prevede la tutela della salute della persona assicurata che ha firmato la stipula della polizza assicurativa che viene definito “assicurato” e il suo nucleo  familiare, la seconda, invece, è la cosiddetta “formula nucleo” che oltre alla salvaguardia della salute del contraente che ha firmato la la polizza, garantisce la stessa copertura anche nei confronti della persona fisica Dipendente/Amministratore del Contraente e del proprio nucleo familiare. Sebbene numerosi termini possano essere utilizzati con una diversa accezione rispetto a quanto siamo abituati ad utilizzarli noi nel parlare comune, la compagnia assicurativa mette a disposizione di chiunque si rechi nel proprio sito ben due documenti in formato PDF da cui poter leggere le disposizioni per le diverse tipologie di assicurazione che si è decisi a stipulare nel 2022 per potersi tutelare e tutelare la propria famiglia e i propri dipendenti, dal coronavirus che ha provocato questa pandemia.

Assicurazioni UnipolSai Coronavirus 2022: misure prese e nuove polizze malattia

Si chiama #ANDRÀTUTTOBENEfree ed è un supporto gratuito pensato per i clienti UnipolSai Assicurazioni dalla compagnia che potranno attivarlo aggiungendolo, in più, alla propria soluzione assicurativa senza ulteriori spese aggiuntive.

#ANDRÀTUTTOBENEfree è un servizio prestato attraverso la compagnia specializzata appartenente al Gruppo Unipol, UNISALUTE S. p. A., la prima, in Italia, per numero di clienti gestiti, che da più di 25 anni opera nella protezione della salute con una valida gamma di servizi e polizze assicurative personalizzate tramite oltre mille strutture sanitarie convenzionate sia in Italia che all’estero: per questo #ANDRÀTUTTOBENEfree è una scelta aggiuntiva consigliata per salvaguardarvi dal pericolo di Covid- 19.

Questa soluzione è una nuova forma di copertura assicurativa creata appositamente per coloro che hanno subito o stanno subendo un ricovero ospedaliero a causa del coronavirus e si aggiunge alla propria polizza assicurativa o al rinnovo della polizza Auto o Danni avanzando una apposita richiesta all’interno della propria Area Riservata.

“Non è solo un augurio, è un impegno concreto per questa emergenza.” Come si legge accedendo alla sezione dedicata che spiega le modalità di attivazione e il funzionamento della polizza.

Come abbiamo anticipato, questa polizza è gratuita e si può attivare per tutti i clienti che non abbiano ancora compiuto 71 anni di età alla data del pagamento del premio che hanno una polizza Auto o Danni scaduta o in scadenza nei mesi di marzo, aprile o maggio 2022 con regolare pagamento del premio esclus gli enti pubblici, i condomini e, in questo caso, le aziende: in questi tre casi appena citati, infatti, è prevista una vera e propria polizza riguardante soltanto la copertura da coronavirus chiamata #Andràtuttobene.

Questo target di individui ammessi all’attivazione del servizio di copertura aggiuntivo per la propria polizza per fare in modo che venga attivato dovrà accedere o registrarsi all’area riservata o sull’applicazione di UnipolSai: basteranno, quindi, effettuare il login e rilasciare un indirizzo e- mail valido assieme al prorpio codice fiscale. È da sottolineare, ovviamente, che i servizi pagati dall’assicurazione saranno effettivamente validi e coperti soltanto nel caso in cui i clienti che abbiano attivato la polizza aggiuntiva  #Andràtuttobenefree si dovessero ammalare dopo aver già provveduto con l’attivazione. Nel caso in cui fosse, però, necessario consultarsi con uno specialista, il cliente potrà contattare il proprio agente prima del rinnovo della polizza Auto o Danni o prima dell’inoltro della richiesta di polizza. Il servizio aggiuntivo gratuito verrà attivato automaticamente dopo qualche giorno dalla richiesta della stessa attivazione soltanto dopo aver ricevuto, però, la richiesta di conferma dell’attivazione tramite e- mail.

Una volta attivata la polizza, il cliente potrà avere la certezza di godere di 100 euro per ogni giorno di ricovero in un istituto di cura a seguito di positività al coronavirus a partire dal sesto giorno fino ad un massimo di dieci indennizzabili; di una indennità pari alla somma di 2000 euro complessivi per la convalescenza qualora sia necessario ricorrere alla terapia intensiva e, infine, una consulenza sempre attiva grazie alla Centrale Operativa di UniSalute che potrà essere contattata al numero 800 009694 dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 19.30 (dall’estero: prefisso internazionale dell’Italia  05 1638904 e che si occuperà di fornire indicazioni, composizione e controindicazione dei farmaci e uan preparazione propedeutica ad esami diagnostici specifici per il coronavirus.

Per quanto riguarda le polizze indirizzate ad individui, oltre a questo servizio aggiuntivo vi è la possibilità di prorogare il pagamento dei premi delle polizze in scadenza, l’estensione dell’indennità giornaliera di malattia e la consulenza medica della Centrale di Unisalute.

Per le aziende, invece, è stata coniata la soluzione #ANDRÀTUTTOBENE, un nuovo prodotto che offre ai dipendenti e a tutti i loro familiari la copertura assicurativa in caso di ricovero ospedaliero, con diaria da ricovero giornaliera o forfettaria per la convalescenza a cui si aggiungono anche l’assistenza post ricovero e una consultazione medica dedicata 24 ore su 24.

A queste già valide misure si aggiungono la diaria pari a 3000 euro in caso di intubazione in terapia intensiva; il supporto psicologico o l’assistenza domiciliare; la prenotazione di visite e accertamenti con relativo trasporto dall’ospedale a casa e viceversa nei 30 giorni post ricovero e, infine, la convenienza di un premio a partire da 10 euro per ogni dipendente assicurato, oppure da 18 euro per ogni assicurato e il suo nucleo familiare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.