Menu Chiudi

Assicurazione Perdita Lavoro 2022: come funziona con il mutuo, costo, preventivo Allianz, Findomestic, Unicredit e Generali

L’assicurazione sulla perdita del lavoro rappresenta uno strumento molto utile per tutelarsi dall’eventuale perdita della propri occupazione, garantendosi un sostegno economico adeguato per un determinato periodo di tempo (durante il quale sarà possibile cercare un altro lavoro). Quando si richiede un finanziamento a lungo termine (ad esempio per l’acquisto o la ristrutturazione della casa) le polizze di questo tipo rappresentano anche uno strumento di protezione dell’investimento immobiliare, perché permette di pagare le rate di rimborso anche quando non c’è più un reddito da lavoro. Approfondiamo un po’ il discorso relativo all’assicurazione perdita lavoro: vediamo come funziona con il mutuo, qual è il suo costo e come ottenere il preventivo, prima di andare a controllare le offerte proposte nel 2022 da alcune delle compagnie più note, tra cui Allianz, Findomestic, Unicredit e Generali.

Cos’è l’assicurazione sulla perdita del lavoro?

Riuscire a mantenere il proprio posto di lavoro fino al momento della pensione è diventato sempre più difficile: si sente ancora parlare di crisi, ma sono diversi i fattori (tra cui l’introduzione di nuove normative) che hanno portato a questa situazione. In molte famiglie italiane c’è solo una persona che lavora: se venisse a mancare il reddito di questa persona le conseguenze per la famiglia intera sarebbero davvero catastrofiche. Con l’assicurazione perdita lavoro le compagni assicurative promettono al cliente un sostegno economico nel caso in cui questi perda il suo lavoro: ovviamente il sostengo avrà una durata limitata e prestabilita del contratto, ma durante questo periodo di tempo  l’assicurato avrà la possibilità di cercare una nuova occupazione con maggiore serenità, senza dover subire l’enorme peso della mancanza di uno stipendio.

Le polizze di questo tipo di solito vengono consigliate ai dipendenti del settore pubblico e del settore privato: il contratto che viene stipulato prevede che al fronte del pagamento di un premio, l’assicurazione si obbliga a garantire un reddito al suo cliente nel caso in cui perda il posto di lavoro per una causa non legata alla sua volontà (tagli del personale, ristrutturazioni aziendali e così via), ma (se previsto dal contratto) anche in caso di diminuzione del reddito da lavoro. Non è previsto il rimborso per i lavoratori che vengono licenziati per giusta causa, per quelli che si dimettono spontaneamente e per chi risolve consensualmente il proprio rapporto di lavoro. La somma che viene liquidata mensilmente dalla compagnia assicurativa in caso di perdita del lavoro viene stabilita in fase di contratto. Il costo di un’assicurazione per perdita di lavoro viene determinato in base a diversi fattori: incidono parecchio anche le probabilità statistiche che si verifichi l’evento (il pericolo è molto pi elevato per i dipendenti delle aziende private, soprattutto se sono di piccole dimensioni, che per i dipendenti pubblici e statali). Per avere un’idea sul costo delle polizze è possibile calcolare un preventivo tramite i siti comparatori.

Come funziona l’assicurazione perdita lavoro con il mutuo

È necessario approfondire il discorso relativo all’assicurazione sul mutuo in caso di perdita dell’occupazione: si tratta di una polizza che tutela il finanziamento, una copertura che può andare ad aggiungersi a quelle che sono obbligatorie per la stipula di finanziamenti di questo tipo (incendio e scoppio dell’immobile). Sempre più persone decidono di stipulare un’assicurazione perdita lavoro perché non solo protegge l’investimento sull’immobile, ma tutela anche la famiglia. In base a quanto definito in fase di contratto, il premio assicurativo può essere pagato in un’unica soluzione oppure a rate (di solito mensili, ma ci si può anche accordare su versamenti trimestrali o semestrali); nel caso in cui si perda il lavoro l’assicurazione provvede al pagamento (totale o parziale) delle rate di rimborso del mutuo: il versamento viene garantito per il periodo indicato nel contratto (che di solito dura dai sei ai dodici mesi). Durante questo periodo il cliente dovrà cercare un’altra occupazione, in modo da poter tornare a rispettare autonomamente gli impegni mensili.

Come abbiamo scritto in precedenza i fattori che determinano il costo della polizza sono diversi: tra questi ci sono anche il valore dell’immobile, i massimali, la franchigia, la durata del periodo di rimborso e la percentuale della rata che viene pagata dall’assicurazione. È importante aggiungere che in caso di estinzione anticipata del mutuo la compagnia è tenuta a restituire il premio assicurativo residuo. Per poter sottoscrivere un’assicurazione perdita lavoro è necessario avere un contratto di lavoro a tempo indeterminato, avere un’età tra i 18 e i 65 anni (l’età massima che si può avere al termine della copertura di solito è fissata a 65 anni), godere di buona salute ed avere almeno un anno di anzianità di servizio. L’assicurazione può essere richiesta anche in caso di mutuo cointestato.

Assicurazione perdita lavoro Findomestic: caratteristiche e preventivo

Findomestic permette di stipulare un’assicurazione a tutela del mutuo, anche se già in corso; il prodotto si chiama Polizza Assicura Mutuo ed è disponibile in due varianti: il pacchetto base (per sottoscriverlo è necessario avere un’età tra i 18 e i 55 anni) offre una copertura solo in caso di decesso, mentre il pacchetto completo (che può essere scelto solo da persone tra i 18 e i 50 anni) offre una copertura anche in caso di invalidità permanente, invalidità totale temporanea e perdita di impiego. Sul foglio informativo si legge che con questa formula è assicurata la perdita di impiego a seguito di licenziamento per motivo oggettivo; la somma assicurata è pari a 2.000 euro per indennità mensile e la prestazione è limitata ad un massimo di dodici indennità mensili per ogni sinistro e massimo 36 mesi per tutta la durata della copertura.

Quando la durata di ammortamento indicata nel Modulo di Polizza è uguale alla durata del finanziamento la prestazione è pari ad una quota della rata di rimborso mensile stabilità in base al rapporto tra la somma assicurata e l’importo del mutuo; se le durate invece sono diverse la prestazione è pari ad una rata di rimborso di un finanziamento calcolato sulla base di un piano di ammortamento alla francese ad un tasso annuo nominale pari al 6,50%. Il premio che l’assicurato deve pagare è mensile, costante e anticipato e viene stabilito in relazione alla durata e all’ammontare delle garanzie prestate, all’età, allo stato di salute e alle attività professionali svolte dall’assicurato. Il pagamento del premio avviene tramite addebito SSD sul conto corrente dell’assicurato. In caso di perdita dell’impiego è necessario trasmettere a Findomestic il documento che attesta il licenziamento per motivo oggettivo e quello che attesta lo stato di disoccupazione. Per ottenere un preventivo basta andare sul sito ufficiale www.findomestic.it, andare nella pagina del prodotto, cliccare su Richiedi Preventivo e compare un modulo online.

La finanziaria propone altre assicurazioni che possono tornare utili in caso di perdita del lavoro: i lavoratori dipendenti del settore privato possono stipulare la polizza Reddito Protetto, che garantisce l’erogazione di un’indennità mensile parti a 200 o 400 euro per un massimo di 9 mesi per sinistro e di 18 mesi per tutta la durata del contratto ( il premio è rispettivamente pari a 135 o 162 euro annui, pagabili a rate o in unica soluzione), oltre ad un orientamento al lavoro e ad un supporto psicologico. C’è anche l’assicurazione facoltativa sui prestiti personali: i dipendenti di aziende private possono tutelarsi anche in caso di perdita di impiego e a fronte del pagamento di un premio calcolato in base all’importo del finanziamento o della rata mensile si garantiscono la liquidazione di un’indennità che è pari alle rate mensili del prestito che scadono durante il periodo di disoccupazione (al netto dei giorni di franchigia e comunque fino ad un massimo di 1.500 euro).

Le polizze contro la perdita del lavoro di Unicredit

Anche Unicredit propone tra le coperture facoltative a tutela del mutuo un’assicurazione perdita d’impiego: parliamo di Creditor Protection Insurance Mutui, che permette di far fronte al pagamento delle rate in scadenza del mutuo quando si verificano degli eventi che potrebbero ostacolarne il versamento da parte dell’assicurato; l’indennizzo è previsto in caso di decesso o invalidità permanente totale da malattia o infortunio (viene liquidato un importo pari al debito residuo, fino ad un massimo di 520.000 euro) e in caso di perdita involontaria di impiego (liquidazione di un importo pari all’entità delle rate in scadenza fino ad un massimo di 3.000 euro, per un totale massimo di 9 rate per sinistro e di 36 ratte per tutta la durata del contratto). Per sottoscrivere questa polizza è necessario avere tra i 18 e i 70 non compiuti alla data di decorrenza (e non più di 75 anni alla scadenza del finanziamento) e un contratto di lavoro dipendente a tempo indeterminato con un soggetto privato che comporti obblighi di prestazione di almeno 16 ore a settimana. La durata della polizza è pari a quella del mutuo, ma per la garanzia perdita involontaria di impiego la durata massima è di 120 mesi. Il premio viene fissato in base all’importo del mutuo e alla sua durata. Per ottenere un preventivo è possibile andare sul sto www.unicredit.it, raggiungere la pagina del prodotto in questione e cliccare su Fissa un appuntamento per stabilire data e ora dell’incontro con il personale dell”istituto presso la filiale più vicina.

Unicredit propone anche un’assicurazione perdita lavoro “slegata” dal mutuo: Denaro Protetto Gold può essere sottoscritta dai lavoratori dipendenti privati con contratto a tempo indeterminato che sono titolari di un conto corrente presso l’istituto bancario e fornisce un sostegno economico in caso di morte da infortunio o di invalidità totale permanente da infortunio e in caso di perdita di impiego involontaria. Se l’assicurato perde il suo lavoro è prevista la liquidazione di u importo fisso di 800 euro mensili a cui si aggiunge un importo variabile (fino a 200 euro mensili) per il rimborso delle utenze; il cliente può scegliere il numero massimo di indennizzi mensili per ogni sinistro (6 o 12), mentre il numero massimo di indennizzi mensili per l’intera durata del contratto è 36. Il contratto può avere una durata di 5 o 12 anni; il premio (unico e anticipato) viene stabilito in base alla durata, all’importo minimo assicurato e al numero massimo di indennizzi mensili scelti dall’assicurato.

Assicurazione perdita lavoro Allianz, Generali e altre compagnie: le offerte del 2022

Sul sito ufficiale di Allianz non si trovano riferimenti specifici alle assicurazioni perdita lavoro collegate o meno a mutui, mentre Generali propone soluzioni di questo tipo tramite Genertel, la società che si occupa della vendita diretta tramite internet e telefono delle polizze del gruppo. L’assicurazione perdita lavoro può essere stipulata dal dipendente privato assunto da almeno 12 mesi che gode di buona salute, ha un’età tra i 18 e i 65 anni e sottoscrive un mutuo che scade prima del compimento del suo 75° compleanno. Il rischio che si assicura è quello di disoccupazione a causa di un licenziamento per giustificato motivo oggettivo: quando si verifica il sinistro l’assicurato deve farne denuncia ed inviare a Genertel la lettera di licenziamento (insieme ad altri documenti); è previsto un periodo di franchigia di 45 giorni (ovvero l’assicurazione non paga le rate di rimborso del finanziamento che scadono nei primi 45 giorni di inattività a seguito del licenziamento). L’indennizzo mensile è pari alla rata di rimborso del mutuo; il numero massimo degli indennizzi è legato all’età dell’assicurato (si va dai 18 indennizzi per sinistro fino ai 54 anni di età ai 12 indennizzi per sinistro per gli assicurati di 60 anni), mentre il numero massimo di indennizzi nell’intera durata del contratto è 36. L’importo massimo liquidato per ogni rata mensile è pari a 2.000 euro.

Axa invece prevede una soluzione specifica, ovvero Protezione Tenore di Vita, che protegge gli impegni finanziari e le spese ricorrenti dell’assicurato con la liquidazione di un’indennità mensile in caso di ricovero in ospedale o di perdita di impiego (in caso di malattia o infortunio è possibile avere invece un capitale fisso). In caso di perdita di impiego a seguito di licenziamento per giustificato motivo soggettivo viene garantita una somma per ciascun mese di disoccupazione. Possono stipulare l’assicurazione perdita lavoro Axa solo i dipendenti del settore privato assunti da più di 180 giorni; vengono liquidate fino a 12 prestazioni mensili per ogni sinistro e fino ad un massimo di 18 prestazioni mensili per l’intera durata del contratto. Il premio può essere pagato anticipatamente in un’unica soluzione oppure con frazionamento annuale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.